I Sodi di S. Niccolò

I Sodi di S. Niccolò

È il vino più alto di Castellare, più volte nella Top 100 di Wine Spectator, ripetutamente tre bicchieri e cinque grappoli, orgoglio dell’azienda per aver potuto dimostrare la grandezza del Sangioveto accompagnato da Malvasia nera, fino al quinto posto assoluto nel mondo.

Tour sensoriale

Ricette consigliate

Acquista il vino

Note degustative:

Rosso intenso con riflessi granati, profondamente sofisticato, mette in mostra il suo pedigree completo sia nel bouquet sia in bocca. La qualità del frutto è eccezionale e si può distinguere ogni aroma con chiarezza, dalla ciliegia alle spezie, con una messa a fuoco ed integrazione eccezionali.

Scopri come degustare il vino

 

Abbinamenti:

Si accompagna bene con salumi e carni ricche di sapidità, formaggi saporiti ed aromatici, in particolare, il Pecorino toscano ed il Parmigiano.

Scopri come abbinare il vino

Descrizione del vino

Uve:

Sangioveto (85%-90%) e Malvasia nera (15-10%)

Denominazione:

IGT Toscana

Vinificazione:

In acciaio

Affinamento:

in barrique per 50% nuove e in bottiglia

Durata dell’affinamento preimbottigliamento:

Da 15 a 30 mesi

Affinamento in bottiglia:

12 mesi

Altimetria vigneti:

mt. 350-400

Tipo terreno:

Calcareo

Sistema allevamento:

Guyot capovolto

Densità dell’impianto:

Da 2.700 a 7.000 nei nuovi

Resa per ettaro in uva:

40/45 Ql

Epoca vendemmia:

Dopo la metà di Ottobre

Materiale vasche fermentazione:

Inox - Termocontrollate

Fermentazione malolattica:

Si

 

Premi e Rating

Robert Parker
97/100

96/100

95/100

95+/100

3 Bicchieri PLUS

98/100

3 Stelle
Super

 

Storico annate

La Prima Verticale Digitale Globale

"Il vino, nella nostra cultura, ha il grande potere di unire le persone e creare connessioni e legami. Con la prima verticale globale in quattro continenti, grazie alla tecnologia di British Telecom, siamo riusciti a farlo ai massimi livelli. Capitano verticali con gente di vari paesi, ma nel nostro evento c'erano tavoli con I Sodi di S.Niccolò e Baffonero da Shanghai a New York, a New Delhi, per condividere e scambiare opinioni intorno a ciò che i nostri vini, pur così caratteristici e legati alla terra dove nascono, la Toscana, hanno da raccontare al mondo intero, nei diversi angoli del globo".
Paolo Panerai

Scopri di più